LA PAGINA DEI SUGGERIMENTI E DELLE CURIOSITA'

Questa pagina è frutto della collaborazione e dei suggerimenti dei visitatori del sito BELVEDEREFTOUR

VEDI ANCHE:


DETTI E PROVERBI - EVENTI PARTICOLARI - ELEZIONI COMUNALI - RICETTE - SUGGERIMENTI - USANZE

CURIOSITA'

  • "I GRANATELLE":
    fino agli anni '60 molto utilizzata era "i granatèlle", una stradina che partiva dall'edicola di S.Francesco di Paola ("Sanfrancischìlli"), che si trova sulla strada sotto l'Istituto Magistrale, e che terminava dietro la chiesa della Madonna di Portosalvo. Era la scorciatoia per raggiungere, dal Paese, la Marina di Belvedere; molto utilizzata soprattutto d'estate per recarsi al mare. Anche la processione di S.Daniele, se non ricordo male, passava da questa stradina, che attualmente credo sia impraticabile se non addirittura invasa da costruzioni o da qualche recinzione privata. (fonte: 03/08/2000 F. LIPORACE)
  • UN SALUTO DA CEUTA
    Ricevuta da Ceuta la seguente e-mail da visitatore del sito:
    Hola, me llamo Gabriel María Fortes Aguilar, pertenezco a la Junta Gestora de la Cofradía de San Daniel y Compañeros Mártires, patronos de la Ciudad de Ceuta. Me ha agradado mucho encontrar tu página, de donde hemos extraído datos bastante importantes. Aquí en Ceuta no tenemos muchos datos acerca de San Daniel, ya que practicamente sus andanzas aquí duraron muy poco tiempo. Nos gustaría ponernos en contacto contigo para empezar a recabar información sobre la vida de San Daniel, así como documentos importantes para que figuraran en nuestros archivos a modo de facsímiles. San Daniel es el Patron de la Ciudad de Ceuta y tanto a la Cofradía de San Daniel como al Ayuntamiento de la Ciudad de Ceuta le gustaría estrechar lazos con el pueblo de Belvedere Marittimo ya que nos une a ambos la vida de San Daniel, a vds. porque nació allí y a nosotros por ser un emblema en nuestra ciudad. Espero recibir noticias tuyas. Estamos buscando un traductor para poder escribirte en italiano y que te sea más fácil entendernos. También me gustaría que nos hicieras llegar direcciones e-mail, números de teléfono o datos para poder empezar a recabar información. También y si te interesa, estamos empezando ahora a construir una página Web de la Cofradía de San Daniel, donde incluiremos fotos y todos los actos que se celebran en honor de nuestro Santo Patrón en la Ciudad de Ceuta. Si lo deseas podemos mandarte alguna foto que nos solicites o cualquier otra cosa que desees. Sin otro particular y esperando recibir noticias, recibe un cordial saludo desde Ceuta. (CEUTA; 30/11/2000)
    _______________________________________
    Traduzione:

    Ciao, mi chiamo Gabriel Maria Fortes Aguilar, io appartengo al comitato di gestione della confraternita di San Daniele e compagni martiri, patroni della città di Ceuta. Ho gradito molto trovare la tua pagina, da dove abbiamo estratto dati abbastanza importanti. Qui in Ceuta non abbiamo molti dati circa San Daniele, poiché praticamente il loro destino qui è durato molto poco. Vorremmo metterci in contatto con te per cominciare ad ottenere informazioni importanti sulla vita di San Daniele, e anche documenti in modo tale da averli a disposizione nei nostri archivi come facsimili. San Daniele è il patrono della città di Ceuta e tanto la confraternita di San Daniele quanto il consiglio di città di Ceuta vorrebbero allacciare rapporti con la città di Belvedere Marittimo poiché ci unisce entrambi la vita di San Daniele, voi perché è nato là e noi perchè è il simbolo della nostra città. Spero di ricevere tue notizie. Stiamo cercando un traduttore per poter scrivere in italiano e quindi per capirci più facilmente. Egualmente gradirei che tu ci inviassi una email, numeri di telefono o dati per poter ottenere le informazioni. Inoltre, se ti interessa, noi ora stiamo cominciando a costruire una pagina web della confraternita di San Daniele, dove includeremo le foto e tutti gli atti che vengono celebrati in onore del nostro Santo Patrono della città di Ceuta. Se vuoi ti possiamo mandare le foto che ci richiedi o qualche altra cosa che desideri. Senza dilungarmi e nella speranza di ricevere notizie, ti invio un caloroso saluto da Ceuta.
  • I GIOCHI ALL'APERTO
    Fino alla metà degli anni '70 negli spazi liberi e nelle piazze del centro storico, i ragazzi giocavano ai seguenti giochi (clicca sul nome del gioco per visualizzarne la descrizione):
    1) Uno montolaùno (forse da "Uno monto la luna", due monto il bue, tre monto il re,...);
    2) U pàizzulu (con le noci)
    3) A schcàtula (con le pietre ed una scatola di alluminio);
    4) A bùca (con i tappi metallici delle bottiglie);
    5) U vìntu (con le figurine)
    6) U mazzètto (con le carte napoletane e le figurine);
    7) U traguàrdo (con i tappi delle bottiglie)
    8) A campana;
    9) U quatrètto (con le monetine da 5 e 10 lire);
    10) U zùcculu;
    11) U schcàffo;
    12) U rùllu (con un cerchio di botte e "lù crùcchiu");
    13) U sbattimàuru (con le monetine da 5, 10, 50 o 100 lire)

  • PAVIMENTAZIONE PUBBLICA
    Qui, a lato, l'ultimo esempio, intatto, della pavimentazione tipica (originale) delle strade di Belvedere. Chi volesse vederla da vicino deve recarsi in un vicolo buio posto in via S.Antonio (sotto via Granata). Non ho notizie sulla sua datazione ma credo risalga agli anni tra il 1940 ed il 1960. Oggi, nel Centro Storico, c'è un tale miscuglio di pavimentazioni che sicuramente faremo impazzire gli archeologi del futuro: ne ho contate (e documentate con fotografie) ben 7, senza considerare le numerose varianti.
    La pavimentazione tipica, è caratterizzata, fondamentalmente, dall'utilizzo di una particolare pietra dura e lucida che si trova diffusamente lungo gli argini dei nostri fiumi e sulle nostre spiagge.

  • IL BANDITORE
    Chi non ricorda la figura del banditore? Si udiva un suono di trombetta e.... "il bando": "E' arrivata 'a rosamarìna, in piazza Amellino, a lire mille al chilo! Robba bella, robba fresca!"... "Alìci, alìci...". Non è facile dire con certezza in quale anno questa figura è scomparsa, perché non è accaduto da un giorno all'altro, ma lentamente: annunci sempre meno frequenti, poi nulla più. Forse siamo alla fine degli negli anni '70. La morte di Daniele Biondo (1987), l'ultimo banditore, comunque, ne ha segnato la fine.


    HOME